Testimonianze - Clinica Veterinaria Spinnato

Testimonianze

TESTIMONIANZE

Ira Bugani

Leo, 23/09/2019

“A marzo di quest’anno a Leo è stato diagnosticato un ipertiroidismo grave. Tra le terapie disponibili, scelgo, avendone valutato tutti i rischi che il medico di Leo mi ha esposto unitamente al beneficio insuperabile della guarigione totale, senza recidive ed effetti avversi, la terapia con lo iodio radioattivo 131. E’ la terapia di elezione, ma in Italia non è ancora consentita. Valutando anche tutti i rischi, molto importanti, connessi al viaggio in aereo, prendo contatti, grazie al medico di Leo, senza il quale nulla sarebbe stato possibile, con un’eccellente clinica veterinaria tedesca. Arrivo a ferragosto, tutto è pronto per la partenza quando apprendo che da pochissimo è aperto in Italia il primo e unico centro che può somministrare lo iodio 131. Il medico di Leo, continua ad essere il mio faro illuminante, mi dà il parere che gli chiedo, ma la decisione su cosa fare non può competere a lui. Chiamo la Dott.ssa Spinnato anche se, in quel momento, ero ancora certa che la scelta della clinica tedesca fosse vincente per tutta una serie di motivi che non sto ad esporre. Come è andata? Il 28 agosto Leo è stato ricoverato nella clinica della Dott.ssa Spinnato e gli è stato somministrato lo iodio. Non è possibile descrivere la sensazione che ho provato consegnandolo nelle braccia di Cristina, credevo di morire. Leo è stato isolato in un box arredato con tutte le sue cose preferite ed è stato alimentato con tutte le sue pappe preferite. Quotidianamente sono stata informata delle sue condizioni (Leo ha sempre mangiato; ha regolarmente frequentato la lettiera); ho visto video di Leo che mi hanno consentito di sopravvivere a qualcosa di “quasi insopportabile”. Ma quello che davvero è stato il “valore aggiunto”, è stato vedere che Cristina ha fatto per Leo quanto io stessa avrei fatto, naturalmente con tutti i limiti dati dall’impossibilità di accarezzarlo e di avvicinarlo. Leo è un micio di cristallo, di una sensibilità particolare e se non avesse percepito intorno a sé un’atmosfera positiva, sarebbe stato malissimo. Cristina è un mix di cuore, anima e cervello e non potrò mai rappresentarle abbastanza la mia gratitudine. Leo è a casa, dopo qualche giorno in cui ha dato qualche segno di avere sofferto l’isolamento (miagolando senza apparente motivo), il che, comunque, non gli ha impedito di riprendere immediatamente la sua vita, sta molto molto bene. Attendiamo il riscontro degli esami che faremo il 25 settembre, ma confido che tutto sia andato davvero bene. Ogni micio è un’anima, mai uguale ad un’altra…..ci sono situazioni di cui non è possibile avere il controllo totale; ci sono rischi da correre. La Dott.ssa Spinnato è, in tutto questo, una assoluta certezza.”

Antonella Livrieri

Stella, 28/04/2020

“Grazie a un gruppo di Facebook vengo a conoscenza della Clinica Spinnato, la prima clinica in Italia dove si può curare definitivamente l’ipertiroidismo del gatto con lo iodio-131. La mia gatta Stella era precedentemente in cura da due anni con Tapazole in pastiglie (che le causava una grave allergia), successivamente con un gel all’orecchio che purtroppo serviva solo a tamponare il problema dato che i valori rimanevano ancora un po’ alti e durante la settimana aveva ripetuti episodi di vomito. Decido di contattare la Dottoressa Cristina Spinnato, la quale mi spiega bene tutto quello che la mia gatta avrebbe dovuto affrontare. Avevo paura che Stella potesse soffrire troppo l’isolamento, ma vedendola non stare bene, mi sono decisa. A novembre l’ho portata in Clinica e subito lo stesso giorno le è stato iniettato lo Iodio-131. Devo dire che tutte le mie preoccupazioni di non adattamento all’isolamento di Stella (che è una gatta “cozza” e mi segue dappertutto) sono svanite grazie alla dolcissima dottoressa Spinnato, che ha reso il box di degenza, per quanto possibile, famigliare: con tutti i suoi giochi e il suo cibo preferito. Stella ha sempre mangiato tutto; inoltre ho ricevuto tutti i giorni video e aggiornamenti che hanno reso più sopportabile la sua assenza. Finito il trattamento Stella è tornata a casa. I primi giorni mi seguiva ovunque e voleva stare in braccio, ma in poco tempo è tornata ad essere la gatta di sempre. Sono tutt’ora in contatto con la dottoressa Cristina che è interessata alla salute della mia gatta e mi avvisa quando fare i controlli. Grazie Cristina per aver curato la mia Stella con dolcezza e con tutte le più piccole attenzioni, come avrei fatto io.”

 

Maria Rita Iannone

Maya, 16/06/2020

“Il 16 aprile ho scoperto, dopo analisi per un dimagrimento sospetto, che la mia piccola aveva l’ipertiroidismo. Il mio veterinario mi consiglia la terapia farmacologica che avrebbe dovuto prendere per tutta la vita. Mi si spezza il cuore: un farmaco per tutta la vita… non l’ho accettato. Mi sono messa a studiare tutto quello che poteva provocare il farmaco: dermatite, vomito…. E poi sarebbe stato solo un palliativo, il tumore sarebbe cresciuto e rimasto sempre lì. Mentre leggevo per capire all’improvviso, come una luce in un tunnel, appare la Clinica Veterinaria Spinnato della dottoressa MariaCristina. Leggo che c’è una cura, la chiamo e da lì è stato il nostro faro. Mi ha spiegato tutto quello che comporta lo iodio131. Ero entusiasta; l’unica cosa devastante, ma vi assicuro più per me che per Maya è stato il distacco, la paura che non mangiasse, che soffrisse. Invece è stato tutto perfetto, ha sempre mangiato con appetito, ha fatto i suoi bisogni regolarmente e poi ho sempre ricevuto dei video di Maya che mi hanno fatto sopportare la sua assenza. La vedevo talmente serena che anche per me è stato più semplice, ma questo è solo grazie ad una donna meravigliosa che è una pioniera coraggiosa che ha aperto l’unica Clinica in Italia per la cura dell’ipertiroidismo felino con lo iodio131. Mi ha colpito moltissimo la professionalità della dottoressa MariaCristina. I nostri bimbi pelosi, per i quali noi soli possiamo decidere, ci saranno sempre grati di averci affidato alle cure della dottoressa MariaCristina. Se state leggendo questa testimonianza e vi trovate nella stessa situazione in cui mi trovavo io, vi posso assicurare che siete nel posto giusto per il vostro bimbo peloso con questa patologia. Maya è rientrata con me a casa ed è subito ritornata alla sua vita di sempre. Adesso faremo i controlli sempre con il supporto della dottoressa MariaCristina che ormai è la nostra dottoressa. Termino ringraziando la dottoressa perché ci mette il cuore nel proprio lavoro e ha una professionalità unica. Grazie infinite.”

Barbara Manciulli

Mario, 01/12/2020

A settembre 2019 ho scoperto che il mio gatto, Mario, era affetto da ipertiroidismo. La mia veterinaria mi espone le varie opzioni di cura tra cui lo iodio radioattivo. Inizio a curare Mario con Apelka (Tiamazolo) soluzione orale, medicinale facile da somministrare, ma che dopo circa un mese mi accorgo che ha troppi effetti collaterali. Non è la scelta giusta. A questo punto decido di chiamare la dottoressa Spinnato per chiedere tutte le informazioni riguardanti lo iodio radioattivo. Anche se stava per prendere un volo è  stata disponibile per spiegarmi in cosa consisteva la cura, le tempistiche di guarigione, quali esami erano necessari, cosa poteva succedere dopo l’iniezione, ecc. Ho deciso di fare la cura nonostante qualcuno mi avesse detto che non valeva la pena spendere così tanti soldi visto che era un gatto anziano (15 anni). Per loro era tutta una questione di soldi,  per me invece c’era in ballo la vita del mio gatto, che tanto mi ha dato in 15 anni di vita insieme….. PUNTI DI VISTA DIFFERENTI….PRIORITÀ DIVERSE. Mario fa parte della mia famiglia. Abbiamo fissato la data…. 04/12/19.

 330 km di viaggio….

Mario a casa è  un gatto super socievole con tutti, ma quando va dal veterinario diventa una belva. Da non credere quando la dottoressa Spinnato lo ha visitato e accarezzato ha iniziato a fare le fusa. Questa cosa mi ha fatto pensare che lo stavo lasciando in ottime mani… ma è  stato ugualmente straziante tornare a casa senza il mio Mario. Ogni giorno sono stata aggiornata sulle sue condizioni e ho visto video che mi tranquillizzavano, ma allo stesso tempo aumentavano la voglia di andarmelo a riprendere. Il giorno più bello è stato quando me lo sono riportato a casa. È  passato più di un anno, Mario non è  più  ipertiroideo, ma sono ancora in contatto con la dottoressa Spinnato che mi dice quali esami sono da fare, me li controlla, mi aiuta con l’alimentazione e le terapie da seguire (purtroppo Mario ha altri problemi). Ad oggi posso dire che quando vedo il mio bel gattone beato in giardino sono felice di quello che ho fatto e se tornassi indietro lo rifarei anche prima senza starci tanto a pensare. Ho visto morire altri miei gatti per malattie che non avevano cura. L’ipertiroidismo ce l’ha e se non avessi curato Mario me ne sarei pentita per tutta la vita. Era il minimo che potevo fare per lui. E ogni giorno di vita guadagnato sarà  un regalo per lui, ma soprattutto per me. Ringrazio la dottoressa per la gentilezza, la disponibilità, la professionalità, la competenza, per il CUORE GRANDE che ha sempre dimostrato e soprattutto per le carezze e le “chiacchierate” che ha fatto con Mario quando era ricoverato. GRAZIE DI TUTTO!!!!!

                                     Barbara  Manciulli

Carla Mazza

Smilla, 25/12/2020

Cara dottoressa sono Smilla e purtroppo non posso venirti a trovare di persona per farti gli auguri di Buon Natale, Natale che ho potuto vivere solo grazie a te e per questo avrai per sempre la mia riconoscenza e anche quella della mia umana a cui regalo la mia compagnia. Allora gli auguri posso farli solo via telefono con un paio di foto non favolose, ma che spero possano farti vedere i miei quattro chili e il pelo più lucido degli ultimi anni. Questa è di ieri sera, me l’ha rubata mentre sonnecchiavo dopo una passeggiata in cortile. Auguri e ancora grazie per avermi salvato la vita.

Baci e fusa da Smilla.

 

Questa è una foto scattata il 15 marzo.

Non sono brava con le foto, ma credo si capisca la differenza. Ancora grazie. Lei è la cosa migliore che io e Smilla abbiamo avuto in tutto l’anno e anche l’anno prima. Grazie grazie. Mille volte grazie. Un abbraccio e tanti auguri di un Buon Natale.

                         Carla Mazza

 

 

Sempre ieri sera. Ma che pelo lucido vero?

 

 

Samoa, 20/03/2021

Sono un gatto europeo bianco e nero e mi chiamo Samoa perché il giorno del mio arrivo con mio fratello Tonga (tutto nero) alla televisione veniva trasmessa la partita di rugby SAMOA vs TONGA.

Sono passati diversi anni da allora e mi trovo benissimo con la mia famiglia. Mio fratello Tonga è sparito qualche anno fa nel bosco e spero che adesso sia da una famiglia che gli vuole bene, ho anche un nuovo amico molto più piccolo di me, è abbastanza giocherellone e si chiama Remi.

Pur abitando in campagna il babbo e la mamma umani non ci fanno uscire di casa perché hanno paura degli animali del bosco e dei cacciatori.

La mia vita procedeva benissimo fra una coccola ed un gioco … poi poco più di un anno fa ho cominciato a non avere più fame, mi sentivo strano.

Se ne accorsero subito babbo e mamma e mi portarono in un posto dove delle persone con dei camicioni verdi mi fecero delle punture e poi tornati a casa babbo e mamma cominciarono a darmi delle crocchette con strani sapori.

Continuavo a non avere fame, ma non solo, avevo la nausea, se mangiavo mi venivano gli urti di vomito. Babbo e mamma erano molto preoccupati ed io sentivo spesso pronunciare la parola “tiroide”… non sapevo cosa fosse, forse una malattia. Sta di fatto che stavo sempre peggio e non mangiavo, se mangiavo vomitavo.

Una mattina mi misero in macchina e facemmo un lungo viaggio: chiuso nella mia portantina con la mia copertina preferita mi addormentai.

Siamo in un bel posto: pulito, tutto colorato con i ritratti di tanti gatti come me disegnati sui muri, ma sopratutto con una signora con “camice bianco” molto gentile che mi chiamava per nome e che mi visita e parla fitto fitto con babbo e mamma.

Poi una brutta sorpresa, sono in questo bellissimo posto, tante stanzine, tanto colore, un po’ di musica sottofondo ( a me piace la musica classica), ma non ritrovo babbo e mamma.

Ho passato una notte agitata…poi è arrivata la signora con il camice bianco che ho conosciuto ieri, è molto affettuosa, cerca di darmi da mangiare, ma il mio stomaco non ne vuole sapere.

Comincio un lungo periodo di analisi, di visite, di cure, di piccoli interventi.  Mi risistemano i denti e poi mi mettono un tubicino  nel collo che mi dà un po’ fastidio, ma serve per cercare di darmi da mangiare.

Passano tanti giorni, oltre un mese, non mangio, non sono più chiacchierone come prima, non faccio più le fusa … sono passato davanti ad uno specchio ed ho visto una immagine bruttissima, sono spelacchito, secco ( mi si vedono le ossa sotto il pelo opaco), ma sopratutto triste.

La signora con il camice bianco che si cura di me è gentilissima e bravissima; per non lasciarmi solo la sera mi porta in una bella casa non molto lontano dove un’altra signora un po più anziana mi fa tante carezze, mi coccola, mi porta a fare delle girate in giardino.

Mi danno delle medicine e quando prendo le goccioline che sanno di fresco ho meno nausea ed urti di vomito.

Sono ormai passati quasi cinquanta giorni che sto’ con questa gentilissima signora con il camice bianco alla quale mi sto affezionando, mi pare anche di stare meglio perché riesco a mangiare qualche crocchetta senza poi vomitare.

Sono tornati!!! Ma dove eravate andati? Li ho rivisti dalla finestra babbo e mamma!!! Sono qui… e di corsa sono andato loro incontro.

Grande gioia ed a un certo punto mi portano in macchina dopo aver salutato quella signora gentilissima con il camice bianco.  Mi accorgo subito che nella fretta di tornare a casa mi sono dimenticato la mia copertina preferita ….non importa sono troppo felice.

Sono a casa. Ho ancora il tubicino al collo per mangiare anche se ho ancora un po’ di nausea. Babbo e mamma fanno come la signora dal camice bianco e mi sottopongono diversi tipi di mangiare, ma il mio stomaco seguita a fare i capricci.

Tutte le sere li sento che parlano con la signora dal camice bianco e sono molto preoccupati….

Poi quasi all’improvviso il mio stomaco non fa più i capricci. Ricominciano a piacermi le crocchette, ma anche le scatolette al salmone e quelle di coniglio …

Oggi ho sentito babbo e mamma parlare con la signora dal camice bianco …ridono e scherzano tutti e forse è un po’ merito mio che mi è tornato il pelo lucido ed ho rimesso un bel po’ di peso.

Ho sentito che hanno fissato di incontrarsi … speriamo che portino anche me perché farei veramente volentieri un po’ di fusa alla SIGNORA CON IL CAMICE BIANCO.

Micia, 14/06/2021

A Febbraio 2021 Micia ha iniziato a soffrire in quanto affetta da ipertiroidismo.

Mi sono quindi informato sulle possibili terapie, la somministrazione quotidiana di un farmaco per tutta la vita mi è sembrata una soluzione poco convincente, considerando sia gli effetti collaterali del farmaco sia che la sua somministrazione non era che un palliativo al tumore.

Non me la sentivo di vedere Micia stare male giorno per giorno, sempre di più fino alla fine.

Ho scoperto che in Italia la Clinica Spinnato, unica, somministrava la terapia con iodio 131 alternativa alla cura farmacologica, questa terapia fornisce molti aspetti positivi, soprattutto la guarigione definitiva dal tumore.

Ho quindi contattato la Dottoressa Cristina che mi ha chiaramente spiegato i dettagli della cura, da subito ho avuto la sensazione di una professionista seria innamorata del mondo felino, ho capito subito che questa sarebbe stata la strada giusta, Micia è stata quindi ricoverata in clinica per la terapia.

Temevo che Micia avrebbe sofferto per questo distacco dal suo mondo quotidiano ma in clinica è stata accudita talmente bene e coccolata che questo non è successo.

Durante il suo ricovero ricevevo aggiornamenti quotidiani sul suo stato di salute che mi  davano molta tranquillità.

Oggi, a distanza di un mese e mezzo dal ricovero, Micia sta bene, è tornata quella di sempre e sta acquisendo nuovamente peso.

Stiamo facendo gli esami di controllo con la supervisione della Dottoressa Spinnato che non ha mai smesso di aiutarmi con la sua competenza anche dopo la dimissione di Micia.

Sono davvero soddisfatto della decisione presa a suo tempo, magari impegnativa per alcuni aspetti, ma che si è rivelata assolutamente positiva.

Roberto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi